Pozzi d'acqua potabile - Progetto Luciano America Latina

Vai ai contenuti

Menu principale:

Pozzi d'acqua potabile

I Progetti > Brasile

Il nostro progetto nel PANTANAL:
Pozzi e serbatoi d'acqua potabile


Obiettivo:
Il presente progetto ha come obiettivo lo scavo di pozzi e l’acquisto di serbatoi per lo stoccaggio dell’acqua, per renderne possibile il trattamento ed il miglioramento della qualità per il consumo umano.

Descrizione:

Negli ultimi anni, fattori climatici, collegati all’azione dell’uomo, stanno devastando le comunità (piccoli villaggi) del basso Pantanal di Paiaguás (Mato Grosso do Sul – Brasile): Corixão, Cedrinho, Cedro, Limãozinho, São Domingo e Bracinho. Questo fatto viene evidenziato dalla degradazione dell’ecosistema e si riflette nell’utilizzo dell’acqua.
Il panorama attuale, vissuto in prima persona dagli abitanti delle comunità, è quello di una grande difficoltà; i piccoli fiumi e laghi che assicuravano acqua per tutto l’anno si sono seccati, obbligando le famiglie del luogo a cercare nuove alternative.
Per tentare di porre rimedio alle variate condizioni climatiche si è pensata, come soluzione possibile e praticabile, alla perforazione manuale di pozzi, antica pratica utilizzata per cercare di ridurre la scarsità d’acqua in luoghi a notevole disagio, installando poi serbatoi per immagazzinare ed eseguire il trattamento dell’acqua per il consumo umano.
Saranno acquistate 120 cisterne da 500 litri per le famiglie che hanno il pozzo manuale, con il fine di conservare e fare il trattamento dell’acqua per il consumo familiare.

Previsione di spesa:


    LEGGI LA LETTERA ORIGINALE

Osservazione: le famiglie i cui membri superano le 5 unità avrebbero bisogno di cisterne di maggiore portata, 1.000 litri, che saranno acquistate se i fondi saranno sufficienti. Il costo sarebbe di 350,00 R$ cadauna.

Il trasporto delle cisterne per uso familiare da Corumbà - unica città in mezzo al Pantanal, immensa palude alluvionale che oltre ad una parte del Brasile comprende parte della Bolivia e del Paraguay -  alle comunità del Pantanal avviene per via fluviale. Vi è un’unica strada che attraversa questo territorio, ma molti piccoli villaggi sono raggiungibili solamente via fiume.
Il fiume principale, il Rio Paraguay (che dà il nome allo stato del Paraguay, per poi buttarsi come affluente nel Rio Paranà), è alimentato da tutta una rete di fiumi minori che, oltre a formare un intricato sistema idrico, sono l’unico mezzo di trasporto per gli agricoltori ed i mandriani che abitano queste terre.

Per raggiungere le comunità summenzionate, a volte è necessario un giorno intero di navigazione su questi fiumi. Per ognuno di questi viaggi sono necessari tre giorni e piloti molto esperti, perché questi fiumi sono pericolosi sia per le grandi onde in caso di pioggia che per le secche in caso di scarsità d’acqua. Il pilota deve quindi conoscere tutte le anse, gli ostacoli e le correnti pericolose, per non incagliarsi.


Finanziamenti erogati per il progetto:
- Giugno 2015: Euro 7.800
- Novembre 2016: Euro 5.500

Torna ai contenuti | Torna al menu