Macchinario Riso - Progetto Luciano America Latina

Vai ai contenuti

Menu principale:

Macchinario Riso

I Progetti > Nicaragua

1995 –Acquisto macchinario per la lavorazione del riso

A Waslala, come in tutta l’America Latina, il riso è una delle culture principali ed un alimento fondamentale della dieta della popolazione. Il riso, una volta raccolto, per essere commestibile ha bisogno di essere ripulito dalla buccia che avvolge il chicco, lo stelo, le foglie, ecc. Per fare questa operazione i contadini di Waslala devono pagarsi un mezzo (camion) per trasportare il riso fino a Matagalpa, la città più vicina che dista circa 140 Km.; il riso viene quindi ripulito per poi ritornare a Waslala ed essere venduto. Tutta questa operazione (trasporto, pulizia e ritorno) fa lievitare il prezzo del riso, rendendo problematico l’acquisto, visto che la maggioranza della popolazione versa in condizioni economiche estremamente disagiate.

In collaborazione con l’Associazione Italia/Nicaragua di Rovereto e con la Provincia di Trento, si è finanziato questo macchinario all’Asociación Campesina Waslala, ACAWAS.


Questa Associazione, fondata grazie alla presenza della Solidarietà Italiana, comprende contadini della stragrande maggioranza delle comunità di   Waslala, offre a loro corsi di formazione, assistenza tecnica e microcredito. Con l’acquisizione del "trillo" (il macchinario), ACAWAS offre ai produttori di tutto il Municipio la possibilità di mondare il riso a prezzi di gran lunga minori di prima (quando dovevano trasportarlo a Matagalpa), risparmiando sui trasporti, ed offrendo allo stesso tempo un prezzo minore per la mondatura stessa. ACAWAS, quindi, oltre ad offrire un servizio vantaggioso a tutto il municipio, con il ricavato della  mondatura può così avere un guadagno per le altre sue attività.

Oltre all’acquisto del macchinario, si sono costruiti:
- Una tettoia  per riparare la macchina dalla pioggia chiusa per tutto il suo perimetro da una spessa rete metallica (evitando l’entrata di animali, ladri, ecc.)
- Una struttura in legno per mantenerla sollevata dal suolo proteggendola in questo modo dall’altissimo grado di umidità presente nella zona.
- Un "patio secador", ossia la costruzione di un’aia in cemento per permettere così di asciugare il riso già ripulito, con i raggi del sole onde evitare la proliferazione di funghi dovuti all’umidità.
- Acquisto di 80 silos in zinco della capacità di 18 q. l’uno, con lo scopo di conservare il riso all’asciutto (e preservarlo da eventuali parassiti) nell'attesa di essere trasportato o venduto. Di questi silos, 20 rimangono nella sede di ACAWAS e 60 sono stati distribuiti nelle varie comunità della montagna.
- Acquisto di 250 q. di sementi di riso per la distribuzione nelle varie comunità con lo scopo di avere un ritorno con la vendita al momento del raccolto.
- Costruzione di un magazzino abbastanza grande che potrà essere utilizzato sia come magazzino per il riso ed allo stesso tempo come garage per il camion.
- Salario di due tecnici per 13 mesi: i due tecnici hanno seguito i lavori per la preparazione del terreno, la consegna del riso e la semina nelle comunità della montagna;  in seguito hanno verificato la raccolta e la qualità del riso. Tutti i viaggi ed i trasporti per questo lavoro sono stati compresi nel salario dei due tecnici.

Valore totale del progetto: US $ 25.900

Torna ai contenuti | Torna al menu